Il Campanile di Giotto è uno dei tre edifici principali che troviamo in Piazza del Duomo . Con i suoi oltre 84 metri di altezza e la sua base quadrata, è un chiaro rappresentante dell’architettura gotica fiorentina e uno degli edifici monumentali più belli d’Italia.

Design e decorazione del Campanile

Giotto avviò questo progetto nel 1334 e quando morì, nel 1337, aveva completato solo la prima parte del Campanile. Andrea Pisano , che ha proseguito i lavori, ha rispettato fedelmente il design di Giotto. Il lavoro terminò nel 1359, diretto da Francesco Talenti .

 

Fu Andrea Pisano a dare al Campanile un aspetto gotico , con il disegno allungato delle finestre dei piani superiori, pur mantenendo il design classico di Giotto.

Il Campanile di Giotto è decorato, in fondo, con rilievi esagonali creati da Andrea Pisano, autore della “Porta Sud” del Battistero , che rappresentano la Redenzione e l’ordine universale: Creazione, Pianeti, Virtù, i Sacramenti e le arti liberali. Le figure allegoriche sono opera di Andrea Pisano e di Lucca della Robbia.

Le statue della facciata , situate nei due piani superiori, non erano concepite come semplici ornamenti, ma come elementi architettonici. Rappresentano patriarchi, sibilla, profeti e re e furono creati da Nanni di Banco e Donatello.

Sia i bassorilievi che le statue che vediamo oggi sono riproduzioni degli originali, che si trovano nel Museo dell’Opera del Duomo .

È ricoperto di marmi verdi, bianchi e rosa, in linea con la decorazione esterna di Santa Maria del Fiore , tipica del gotico toscano.

Terrazza del Campanile

Il Campanile ha in cima ad una terrazza , che è raggiungibile con una scala ed è solo per coraggiosi, 414 gradini . Ma, come nel caso della Cupola del Duomo, ne varrà la pena, per il panorama che avremo da quell’altezza.

Ad ogni modo, se non sei disposto a salire le due scale, del Campanile e della Cattedrale , sali solo quelle del Duomo , dal momento che la vista è simile da entrambi gli edifici e nel Duomo hai l’extra che puoi ammirare da vicino gli affreschi che decorano l’interno della cupola.