Catacombe Di San Gennaro

Le Catacombe di San Gennaro, che risalgono al II secolo, si trovano a Napoli e sono delle aree cimiteriali che, situate nel sottosuolo, rappresentano il più importante monumento del Cristianesimo nel capoluogo campano. Visitare le Catacombe di San Gennaro significa andare a vivere nel sottosuolo di Napoli una storia millenaria con un viaggio che permette di scoprire quello che è il legame stretto tra la fede della città ed il suo patrono San Gennaro.

Il sito è l’unico al mondo nel suo genere che è completamente accessibile in quanto le barriere architettoniche sono state abbattute realizzando rampe e passerelle, così come per i visitatori non vedenti ed ipovedenti è accessibile un percorso che permette l’esplorazione tattile di lastre in metallo che vanno a riprodurre quelli che sono i particolari rappresentativi del luogo sotterraneo. A differenza delle più famose catacombe romane, quelle di San Gennaro sono disposte su due livelli non sovrapposti e sono caratterizzate da spazi che sono estremamente ampi grazie a quella che è la lavorabilità e la solidità del tufo. E così bastano solo cento scalini per accedere alle Catacombe di San Gennaro ed iniziare quello che è in tutto e per tutto un viaggio nel tempo.

La storia di San Gennaro in numeri

Nel 472 dopo Cristo San Gennaro diventa il patrono di Napoli con la prima liquefazione del sangue documentata che risale al 1389. Si narra che le sue reliquie, nel 1631, vennero portate in processione e riuscirono a fermare la lava del Vesuvio, così come oltre cento anni prima, nel 1527, fermarono la grande epidemia di peste. La Collana di San Gennaro è il gioiello più prezioso al mondo con le sue 13 maglie di oro massiccio, 700 diamanti, 276 rubini e 92 smeraldi. Sono ben 25 milioni i devoti a San Gennaro sparsi per il mondo con il sangue che si liquefà 3 volte all’anno, e precisamente il sabato che precede la prima domenica di maggio, il 19 settembre ed il 16 dicembre.

La catacomba inferiore

Sviluppatasi attorno alla Basilica di Sant’Agrippino, la catacomba inferiore si presenta come una struttura con un fitto reticolato scavato nel tufo e con soffitti che, alti fino sei metri, accolgono i visitatori in un luogo suggestivo e senza tempo. Nel vestibolo inferiore spicca inoltre una grande vasca battesimale che, ai tempi delle lotte iconoclaste, fu voluta da Paolo II dove nell’VIII secolo decise di rifugiarsi.

La catacomba superiore

La catacomba superiore, nel terzo secolo dopo Cristo, è stata realizzata partendo da un antico sepolcro che conserva quelle che sono per il sud Italia le prime pitture cristiane. L’espansione della catacomba risale al V secolo quando ci fu la traslazione delle spoglie di San Gennaro che rese il sito non solo un luogo ambito per la sepoltura, ma anche meta di pellegrinaggio. Tra le opere di espansione della catacomba superiore spiccano in particolare la basilica adjecta, che è una basilica sotterranea a tre navate realizzata proprio dopo la traslazione dei resti di San Gennaro, e la cripta dove venivano sepolti i vescovi della città.

 La tomba di San Gennaro

La tomba di San Gennaro, al di sotto della basilica dei vescovi, è stata individuata grazie ad un passo del Chronicon dei vescovi di Napoli, ed allo studio di un’omelia dell’VIII secolo. In base a questi studi si è arrivati alla conclusione che la tomba di San Gennaro si trovava in un cubiculum, ovverosia un cubicolo per sepolture a camera.

Orari apertura e ingressi alle Catacombe di San Gennaro

L’ingresso alle Catacombe di San Gennaro si trova al numero 13 di Via Capodimonte ed è adiacente alla Basilica del Buon Consiglio.  Il percorso tattile, per i visitatori non vedenti e ipovedenti, è disponibile solo su prenotazione, mentre l’ingresso per i disabili, con apertura sempre su prenotazione, si trova al numero 22 di Vicoletto S. Gennaro dei Poveri. Le Catacombe di San Gennaro sono aperte ed accessibili tutti i giorni secondo i seguenti orari: dal lunedì al sabato dalle ore 10 alle ore 17 con ultimo ingresso alle ore 17, la domenica e nei giorni festivi dalle ore 10 alle ore 13 con ultimo ingresso alle ore 13. Le Catacombe di San Gennaio sono chiuse ogni anno il 25 dicembre e l’1 gennaio.

Biglietti ingresso Catacombe di San Gennaro

Le tariffe per l’ingresso alle Catacombe di San Gennaro sono le seguenti: il costo del biglietto per gli adulti è di 8 euro, mentre pagano 5 euro gli under 18 e gli over 65, gli studenti universitari ed i gruppi di minimo 20 partecipanti. Il biglietto costa solo 3 euro per le scuole mentre l’ingresso è gratuito per i diversamente abili e per i bambini di età inferiore a 6 anni. Per quel che riguarda ulteriori agevolazioni, l’ingresso alle Catacombe di San Gennaro a Napoli rientra nel circuito Artecard, ragion per cui sono previste delle tariffe speciali per i possessori di biglietti del Chiostro di Santa Chiara, biglietti CitySightseeing e per i soci FAI e Touring Club.