cattedrale-di-palermo

La Cattedrale di Palermo è una Chiesa Cristiana cattolica di rito romano che nel capoluogo siciliano è il principale luogo di culto nonché la sede vescovile dell’omonima arcidiocesi metropolitana. La cattedrale metropolitana primaziale della Santa Vergine Maria Assunta, detta semplicemente proprio Cattedrale di Palermo, oppure a ‘Cattridali ri Palemmu’ dalla popolazione locale, è stata inserita, a partire dalla data del 3 luglio del 2015, tra i Patrimoni dell’Umanità Unesco all’interno dell’Itinerario Arabo-Normanno di Palermo, Cefalù e Monreale.

Cattedrale di Palermo, il culto alla Vergine Maria ed a Santa Rosalia

Dedicata alla Santa Vergine Maria Assunta in Cielo, la Cattedrale Palermo è dedicata pure al culto di Santa Rosalia che è la patrona della città. Proprio a Santa Rosalia nella Palermo Cattedrale è dedicata la Cappella meridionale che è posta nell’abside minore del transetto destro. Nell’area dove ora sorge la Cattedrale di Palermo, in passato sono stati eretti edifici a partire dall’epoca punica e poi passando per l’epoca romana, quella bizantina ed ancora quella araba e quella normanna.

Cattedrale di Palermo, molteplicità di stili e di influssi religiosi

Di conseguenza la Cattedrale di Palermo, così come è arrivata ai giorni nostri, è stata modificata più volte subendo pure a livello architettonico vari influssi religiosi. Così come a volte i lavori di ristrutturazione e di ripristino sono stati necessari negli anni a seguito di svariati eventi a partire dai terremoti. In particolare, dopo l’epoca spagnola, già durante quella successiva, ovverosia quella asburgico – borbonica, la Cattedrale presentava molteplici stili architettonici andandosi peraltro ad arricchire ulteriormente a livello artistico con il barocco siciliano.

I lavori di restauro più importanti, in quanto finalizzati al consolidamento strutturale della Cattedrale, risalgono alla fine del Settecento per volere dell’arcivescovo cattolico Riccardo Serafino Filangieri. In particolare, i lavori furono realizzati in base ad un progetto del noto architetto italiano Ferdinando Fuga che oltre alla Cattedrale di Palermo progettò tante opere importanti tra Roma e Napoli. Sono tante, oltre a quella di Santa Rosalia, le cappelle presenti all’interno della Cattedrale, da quella dedicata alla Madonna degli angeli a quella dedicata a S. Antonino da Padova, e passando per S. Cristina, Immacolata Concezione, S. Pietro e S. Agata, Madonna Libera Inferni, SS. Sacramento, Madonna della Lettera, S. Ignazio, S. Francesco di Paola, Sacre Reliquie e la Cappella dedicata al Beato Pietro Geremia.

Come arrivare alla Cattedrale di Palermo

La Cattedrale di Palermo si trova in Corso Vittorio Emanuele, ovverosia in quella che per il capoluogo siciliano è la strada più antica. Per chi arriva in treno dalla stazione basta prendere la linea bus 101, oppure la 107 con fermata Corso Vittorio Emanuele, dopodiché basterà salire sulla linea bus 105 per arrivare alla Chiesa. Dal porto, invece, la linea è la 139 sempre fino a Corso Vittorio Emanuele per poi prendere allo stesso modo la 105. Ed ancora, da e per Monreale gli autobus di linea da prendere, da e per Piazza Indipendenza, sono invece il 309, il 339 ed il 389, mentre da e per Piazza Politeama bisogna salire sulla linea bus 104.

Orari ingresso Cattedrale di Palermo 

L’ingresso alla Cattedrale di Palermo è libero eccetto che per le visite all’Area Monumentale per la quale è richiesto di pagare un biglietto. In particolare, l’Area Monumentale è rappresentata nella Cattedrale di Palermo dai locali del tesoro e della cripta, dalla zona delle tombe reali e dai tetti. Questi, nel dettaglio, sono gli orari di visita: nei giorni feriali dalle ore 7 alle ore 19, e nei giorni festivi dalle ore 8 alle ore 13, e poi dalle ore 16 alle ore 19.

C’è inoltre un’area della Cattedrale non accessibile alle visite in quanto zona che è riservata alla preghiera ed alla quale occorre di conseguenza avvicinarsi comunque in rispettoso silenzio. Inoltre, rispetto agli orari sopra indicati, le visite alla Cattedrale di Palermo sono comunque sospese quando si celebrano le sacre liturgie, durante gli incontri di preghiera ed in concomitanza con ogni altra manifestazione organizzata all’interno della Chiesa. All’interno della Cattedrale, oltre ad accedere con un abbigliamento adatto, è vietato consumare pasti, spostare le panche e le sedie così come è vietato fare foto ricordo con persone o gruppi in posa.

Cattedrale di Palermo, orari ingresso Area Monumentale e biglietti 

Per l’Area Monumentale della Cattedrale di Palermo gli orari di apertura sono i seguenti: nei giorni feriali dalle ore 9 alle ore 17,30, e nei giorni festivi dalle ore 10 alle ore 12,30 limitatamente alla zona tombe reali. Il biglietto di ingresso per visitare tutta l’Area Monumentale, ovverosia tesoro – cripta, tombe e tetti, ha un costo intero di 7 euro e ridotto a 5 euro per i ragazzi da 11 a 17 anni. E’ inoltre possibile pagare il biglietto solo per area tetti (5 euro adulti, 3 euro ragazzi), solo zona tombe (1,50 euro), solo zona tesoro e cripta (2 euro), oppure tesoro, cripta e tombe (3 euro adulti, 2 euro over 65, 1 euro ragazzi, 0,50 euro bambini dai 6 ai 10 anni).