chiesa di san damiano

Ad Assisi, fuori dal centro abitato in direzione sud, si trova la Chiesa di San Damiano che è uno dei più importanti luoghi di culto della città umbra per chi professa la religione cattolica. Fu proprio nella Chiesa San Damiano Assisi che San Francesco, secondo la leggenda, nel 1205 pregando davanti al crocifisso udì la frase ‘Và e ripara la mia casa’.

E così, sebbene dal punto di vista artistico siano più importanti molte altre basiliche di Assisi, la Chiesa di San Damiano è un luogo di rilevante importanza storica e religiosa in quanto fu nella grotta sotto l’edificio che San Francesco si rifugiò per sfuggire al padre contrario alla sua scelta monastica. Inoltre, fu proprio nella Chiesa San Damiano che San Francesco scrisse la prima bozza del Cantico delle Creature, una composizione in versi che, completata intorno al 1224, ovverosia appena due anni prima della sua morte, viene considerata come il più antico testo poetico della letteratura italiana.

Convento di San Damiano, Santa Chiara fonda l’ordine delle Clarisse

La storia di questa Chiesa di Assisi è tra l’altro legata anche ad un’altra importante scelta ed esperienza monastica, quella di Santa Chiara che, a partire dal 1212, iniziò la sua esperienza di preghiera e di contemplazione andando poi a fondare l’ordine delle Clarisse. La storia al riguardo ci racconta che fu proprio San Francesco a tagliare i capelli a Santa Chiara che poi ricevette il velo monastico dopo essere fuggita dalla casa del padre.

Crocefisso di San Damiano

La Chiesa di S.Damiano Assisi dal punto di vista artistico e religioso è nota pure per l’aspetto del crocifisso in quanto questo è molto particolare rispetto alle altre rappresentazioni di Cristo in croce. Nella croce di San Damiano, infatti, il Cristo non mostra sofferenza ma sembra comunicare, a braccia aperte, un messaggio di speranza.

La versione originale del crocifisso di San Damiano si trova, sempre in Assisi, nella Basilica di Santa Chiara e si stima che sia stata realizzata intorno all’anno 1100 da parte di un artista sconosciuto. La croce di San Damiano per i francescani riveste a livello religioso un’importanza rilevante in quanto è il simbolo della missione che è stata data loro da Dio.

Come arrivare alla Chiesa Assisi San Damiano

Per arrivare alla Chiesa di San Damiano, in auto, arrivati nella città di Assisi occorre percorrere la strada esterna le mura urbiche svoltando poi a destra in prossimità del parcheggio B, quello di Santa Chiara. Oppure, per chi arriva in treno, la fermata è quella della stazione ferroviaria di Assisi dalla tratta Firenze-Roma, via Perugia, e dalla tratta Roma-Firenze via Foligno.

Scesi in stazione, per arrivare alla Chiesa di S. Damiano basta prendere il bus arancione, scendere alla fermata San Damiano e poi proseguire in taxi oppure a piedi. Per chi sceglie il taxi vengono proposte a costo fisso, comprensivo di viaggio di andata e ritorno, le visite abbinate, per massimo due ore complessive, del santuario di San Damiano e dell’Eremo delle Carceri.

Assisi, Chiesa e Santuario di San Damiano: gli orari di apertura

La chiesetta di San Damiano è aperta la mattina, dalle ore 6,15 alle ore 12, e poi nel pomeriggio dalle ore 14 alle 19,45 o fino alle ore 17,45 nei periodi in cui è in vigore l’ora solare. Con la sola eccezione delle celebrazioni comunitarie, l’accesso alla chiesetta di San Damiano è ammesso ai turisti ed ai pellegrini solo ed esclusivamente per la preghiera che deve essere silenziosa e personale. Le celebrazioni comunitarie, per unirsi in preghiera, si tengono invece nei seguenti orari: nei giorni feriali le Lodi alle 7 del mattino, Messa alle ore 7,30, e poi Vespri e Adorazione alle ore 19 oppure dalle ore 17 quando è in vigore l’ora solare. Nei giorni festivi e la domenica, invece, alle celebrazioni dei giorni feriali, in corrispondenza degli stessi orari, si aggiunge pure una Messa che viene celebrata dalle ore 9,30.

Il Santuario di San Damiano è invece aperto per le visite la mattina dalle ore 10 alle ore 12, ed il pomeriggio dalle ore 14 alle ore 18 con la chiusura anticipata alle ore 16,30 nei periodi in cui è in vigore l’ora solare. Sono ammesse al Santuario le visite guidate con prenotazione via posta elettronica indicando la provenienza, la data e l’ora, il numero dei numero di visitatori, ed i riferimenti di un responsabile indicando se trattasi di giovani, famiglie o scolaresche, così come occorre indicare se si desidera o meno anche celebrare l’eucarestia. Durante l’anno sono previste inoltre celebrazioni straordinarie a partire, il 22 giugno, dalla Festa del Voto e passando per la Vigilia della solennità di Santa Chiara il 10 agosto, la Festa del Cantico la terza domenica di settembre, ed il Pianto delle povere Dame il 3 ottobre.