Cappella Palatina Palazzo dei Normanni Palermo

Il Palazzo dei Normanni Palermo, che è detto anche il Palazzo Reale di Palermo, è uno dei monumenti più visitati del capoluogo siciliano e dell’intera Regione Sicilia. Il Palazzo Normanni Palermo è infatti un sito di elevato interesse storico, artistico e culturale, in quanto rappresenta la più antica residenza reale d’Europa essendo stata al tempo, in particolare, la dimora dei sovrani del Regno di Sicilia nonché la sede imperiale con Federico II e con Corrado IV.

Al giorno d’oggi, il Palermo Palazzo dei Normanni è la sede dell’Assemblea regionale siciliana e, a partire dalla data del 3 luglio del 2015, nell’ambito dell’Itinerario Arabo-Normanno di Palermo, Cefalù e Monreale, il Palazzo fa parte dei Patrimoni dell’Umanità censiti da parte dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura (Unesco).

Il Palazzo Reale Palermo, oltre ad essere sede dell’Assemblea regionale siciliana, è anche un sito che può essere visitato dai turisti con i relativi servizi che sono a cura della Fondazione Federico II Palermo. In particolare, per l’ingresso nell’edificio, all’interno del quale spicca, al primo piano, la Cappella Palatina, c’è quello principale che è su piazza del Parlamento, ma per i turisti e quale passo carraio l’ingresso è invece quello che si trova a Palermo su Piazza Indipendenza.

Palazzo dei Normanni, cenni storici

La prima costruzione del Palazzo Normanni, sopra i primi insediamenti punici che sono ancor oggi visibili nei sotterranei, avenne nel periodo dominazione islamica della Sicilia, dopodiché furono i sovrani Normanni a trasformare e ad ampliare l’edificio arabo esistente in un grande centro polifunzionale che, tra l’altro, attraverso una via coperta era direttamente collegato alla Cattedrale. La costruzione della Cappella Palatina di Palermo risale invece all’anno 1132, ovverosia nel periodo del regno di Ruggero II.

Nel periodo degli Svevi prima, e poi dei viceré spagnoli e dei Borbone, il Palazzo dei Normanni subì numerosi restauri ed anche dei cambiamenti per quel che riguarda la destinazione d’uso. In particolare, risalgono al periodo dei viceré spagnoli gli affreschi di  Giuseppe Costantino, di Pietro Novelli e di Gerardo Astorino, mentre quelli della Sala d’Ercole furono realizzati da Giuseppe Velasco nel periodo dei Borbone. E’ a partire dal 1947 che il Palazzo dei Normanni a Palermo è poi diventato sede dell’Assemblea Regionale Siciliana.

Capella Palatina 

La Capella Palatina è dedicata ai santi Pietro e Paolo ed è una basilica a tre navate che, come sopra accennato, fu costruita per volere di Ruggero II per poi essere consacrata, come chiesa della famiglia reale, il 28 aprile del 1140. Nella parte superiore della Cappella Palatina Palermo, ed in particolare dalla cupola al transetto e passando per le absidi, le decorazioni sono rappresentate da splendidi mosaici bizantini che raffigurano il Cristo Pantocratore benedicente, gli evangelisti e varie scene bibliche.

Il soffitto della navata centrale della Cappella Palatina, che è in legno, e le travature delle altre navate, presentano delle decorazioni con dipinti e con intagli che sono in stile arabo. Trattasi, nello specifico, della cosiddetta Muqarnaṣ, una soluzione decorativa che è propria dell’architettura musulmana. Recentemente, ed in particolare nel mese di settembre del 2002, la Capella Palatina subì dei danni a causa del terremoto con la conseguenza che poi vennero avviati dei lavori di restauro che si conclusero nel mese di luglio del 2008.

Palazzo dei Normanni Orari e biglietti  

Il Palazzo dei Normanni e la Cappella Palatina sono aperti dal lunedì al sabato dalle ore 8,15 alle ore 17,45 con l’ultimo ingresso che è fissato alle ore 17, mentre la domenica e festivi i Palazzo dei Normanni Palermo orari ed i Cappella Palatina Palermo orari di apertura sono dalle ore 8,15 alle ore 13 con l’ultimo ingresso per i visitatori che è fissato alle ore 12,15. Dal martedì al giovedì, a causa dei lavori parlamentari, al Palazzo dei Normanni è interdetto l’accesso agli Appartamenti Reali, così come le visite alla Palermo Cappella Palatina sono interdette nei giorni festivi a causa delle celebrazioni che si tengono dalle ore 09,45 alle ore 11,15.

Dal venerdì al lunedì, e nei giorni festivi, il prezzo del biglietto per l’ingresso al Palazzo Reale è di 8,50 euro intero e 6,50 euro ridotto, mentre dal martedì al giovedì, non potendo visitare gli Appartamenti Reali, il prezzo del biglietto intero  è di 7 euro, e ridotto di 5 euro per gli over 65. Inoltre, per i visitatori di età da 0 a 18 anni sono previste per il Palazzo Reale biglietti le seguenti tariffe: da 0 a 14 anni l’ingresso è gratuito a patto di essere accompagnati da adulti; da 14 a 18 anni il prezzo del biglietto è di 3 euro, mentre gli studenti da 0 a 18 anni pagano solo 1 euro se sono in visita didattica scolastica con la gratuità che è prevista per i docenti accompagnatori.

CONDIVIDI