basilica san pietro

La basilica di San Pietro in Vaticano Roma è la più grande delle quattro basiliche papali della Capitale e rappresenta per la Chiesa e per i fedeli il centro del cattolicesimo. La basilica, il cui nome completo è quello di papale basilica maggiore di San Pietro in Vaticano, viene spesso descritta in letteratura come la più grande chiesa esistente al mondo, ed essendo una Cappella pontificia è anche sede di tutte le principali funzioni religiose e manifestazioni del culto cattolico.

Ne consegue che a San Pietro Roma si tengono tutte le principali celebrazioni papali a partire dalla Pasqua e passando per il Natale e tutti quelli che sono i riti della Settimana Santa. Inoltre, sempre nella Basilica San Pietro vengono proclamati i nuovi papi e si celebrano le esequie di quelli defunti. Nella chiesa di San Pietro, dove avviene pure la canonizzazione dei nuovi Santi, e dove vengono aperti e chiusi i giubilei, si sono tenute pure le sedute del Concilio Vaticano I, sotto il pontificato di Pio IX, e quelle del Concilio Vaticano II sotto i papi Giovanni XXIII e Paolo VI. Antistante la chiesa vaticana c’è inoltre Piazza San Pietro Roma dove a migliaia si radunano i fedeli in concomitanza con le celebrazioni più importanti.

Costruzione basilica di San Pietro

La basilica di San Pietro fu costruita sotto papa Giulio II a partire dal 18 aprile del 1506 con i lavori che poi si conclusero solo oltre cento anni dopo, precisamente nel 1626 sotto il pontificato di papa Urbano VIII. I lavori per realizzare e per sistemare la piazza antistante si conclusero invece solo nell’anno 1667. In realtà quella relativa alla basilica di San Pietro non fu una costruzione ma una ricostruzione in quanto in precedenza sorgeva un’altra basilica che nel IV secolo fu realizzata per volere dall’imperatore romano Costantino I accanto ad una necropoli dove si narra sia stato sepolto san Pietro, il primo degli apostoli di Gesù, dopo la sua crocifissione.

Dal 1506 al 1629 per la realizzazione di S.Pietro sono stati incaricati i migliori architetti dell’epoca a partire dal Bramante, con la collaborazione di Giuliano da Sangallo, e passando per Raffaello, sempre con la collaborazione di Giuliano da Sangallo e di Frà Giocondo. Ed ancora Antonio da Sangallo il Giovane con la collaborazione di Baldassarre Peruzzi, Michelangelo, Pirro Ligorio e Jacopo Barozzi da Vignola, Giacomo Della Porta con Domenico Fontana, Carlo Maderno ed infine Gian Lorenzo Bernini.

Cupola basilica di San Pietro

La  Cupola di San Pietro ha rappresentato negli anni successivi un modello da seguire per quel che riguarda l’architettura delle chiese cristiane occidentali. Trattasi infatti dell’emblema della stessa basilica e di uno dei simboli dell’intera città di Roma con un’altezza di 133 metri, 41,50 metri di diametro e quattro immensi pilastri che, aventi un perimetro pari a ben 71 metri, sorreggono una struttura il cui peso, in base alle stime, è di 14 mila tonnellate.

Per la decorazione interna della cupola, in linea peraltro con buona parte delle raffigurazioni che sono presenti nella Basilica di San Pietro Roma, fu utilizzata la tecnica del mosaico con i lavori che, per volontà di papa Clemente VIII, furono eseguiti da Cavalier d’Arpino e Giovanni De Vecchi. Le raffigurazioni presenti all’interno della cupola riguardano scene col Cristo, gli apostoli e busti di papi e di santi.

Le Grotte Vaticane

A San Pietro Vaticano è presente una vera e propria chiesa sotterranea occupante lo spazio tra l’attuale pavimento della basilica e quello dell’antica basilica costantiniana risalente al IV secolo. Trattasi delle cosiddette Grotte Vaticane che sono stati un luogo di sepoltura per molti papi, re e regine che avevano espresso tale desiderio. Oltre a tanti sommi pontefici sepolti nelle Grotte Vaticane trovano posto pure delle personalità che, per motivi di ordine morale e/o religioso, si sono distinte attraverso i secoli.

Sono ben 20 i Papi attualmente sepolti nelle grotte vaticane, overosia Giovanni VII, Gregorio V, Adriano IV, Niccolò III, Bonifacio VIII, Urbano VI, Innocenzo VII, Niccolò V, Paolo II, Sisto IV, Pio III, Giulio III, Marcello II, Innocenzo IX, Innocenzo XIII, Pio VI, Benedetto XV, Pio XI, Pio XII, Paolo VI, Giovanni Paolo I. In un primo momento pure Giovanni Paolo II fu sepolto nelle Grotte Vaticane, sotto la basilica, dopodiché è stato tumulato, in forma privata, presso la cappella di San Sebastiano. Non sono stati papi, ma hanno trovato sepoltura presso le Grotte Vaticane pure le regine cattoliche Carlotta I di Cipro e Cristina di Svezia, il il cardinale Josef Beran ed il cardinale Rafael Merry del Val che fu di papa Pio X uno strettissimo collaboratore.

Come arrivare alla basilica di San Pietro

Per arrivare alla Chiesa San Pietro, dalla stazione ferroviaria di Roma Termini basta prendere la Linea A della metro Anagnina-Battistini, direzione Battistini, e scendere alla fermata Ottaviano-San Pietro. Dopodiché basterà percorrere 850 metri a piedi sempre dritto su via Ottaviano e poi su via di Porta Angelica.

Per chi invece con il treno scende alla stazione Tiburtina, occorre prendere la Linea B della metro Rebibbia-Laurentina, direzione Laurentina, scendere alla fermata ‘Termini’ e poi seguire, prendendo la Linea A della metro Anagnina-Battistini, direzione Battistini, il percorso sopra indicato.

Per chi arriva a Roma dall’aeroporto di Roma Fiumicino, al fine di arrivare alla Basilica di S.Pietro occorre prendere il treno Leonardo Express con fermata Termini e poi prendere la metro come sopra indicato. Dall’aeroporto di Roma Ciampino per arrivare a Sanpietro basta prendere un pullman privato per la Stazione ferroviaria Termini e seguire le indicazioni sopra ripotate.

Orari basilica di San Pietro

A Roma San Pietro l’ingresso è gratuito fermo restando che l’accesso alla Basilica Papale Vaticana è consentito alle persone con un abbigliamento che sia decoroso e consono a quello che è un luogo sacro. Nel periodo invernale, dall’1 ottobre al 31 marzo, San Pietro in Vaticano è aperta dalle ore 7 del mattino e fino alle ore 18,30, mentre nel periodo estivo, dall’1 aprile al 30 settembre, la basilica S Pietro apre sempre dalle ore 7 e chiude alle ore 19.

CONDIVIDI