La Cattedrale di Verona, noto più comunemente come il Duomo di Verona, è senza ombra di dubbio la chiesa più importante della città.

Dedicata a Santa Maria Matricolare ha un passato molto lungo che parte dal IV secolo.

La storia la vede come la prima chiesa cristiana di Verona e proprio per questo è ritenuta il luogo con maggiore importanza religiosa.

Il Duomo di Verona è tutto da scoprire.

Già al primo sguardo si nota la sua immensa bellezza ed importanza. Il suo interno poi non deluderà le tue aspettative portandoti in un viaggio storico e culturale.

Insomma nella tua visita a Verona non può proprio essere saltata.

Si dice che il duomo di una città racchiuda anche la sua anima e questo Duomo lo dimostra a tutti gli effetti.

Scopriamo quindi insieme un po’ di più su questo luogo d’interesse veronese.

Duomo di Verona: un po’ di storia

Per conoscere maggiormente un luogo bisogna anche conoscere le sue origini e la sua storia.

Ti abbiamo già anticipato che il Duomo di Verona ha origini risalenti al IV secolo.

A dire la verità non si sa con esattezza da chi sia stata commissionata ma si pensa sia stato il vescovo del tempo, ovvero Zeno.

Nel corso degli anni ha subito notevoli modifiche. Le maggiori hanno avuto luogo dopo il terremoto del 1117 che ha praticamente demolito quasi interamente la struttura originaria della cattedrale.

Ti possiamo però assicurare che in sé, la base e l’orientamento della chiesa non sono mai state cambiate, quindi durante la tua visita potrai vedere in parte il progetto e l’idea originale del luogo.

Il campanile ha subito a sua volta notevoli cambiamenti, soprattutto per quanto riguarda la sua altezza.

Nel ‘900 ad esempio furono aggiunti ben 30 metri di struttura per renderlo più alto. Il caso però vuole che, nonostante i numerosi lavori, ancora oggi non sia del tutto completo. Infatti come potrai notare, durante la tua visita, il campanile non presenta nessuna cuspide.

La Cattedrale è un vero pezzo di storia di Verona, e lo dimostra anche la sua ubicazione. Si trova proprio nella zona dell’antica Verona medievale vicino al fiume Adige.

 

Duomo di Verona: la sua struttura

Passiamo ora a scoprire maggiormente la sua struttura, sia esterna che interna.

Devi sapere prima di tutto però che, il Duomo di Verona, è composto, sì, dalla cattedrale, ma anche dal Battistero e dalla Chiesa di Sant’Elena. Noi però ci soffermeremo solamente sulla Cattedrale vera e propria.

 

Duomo di Verona: la sua struttura esterna

Appena ti avvierai verso la Cattedrale di Verona potrai ammirare subito la contrapposizione di due stili molto diversi tra di loro, ma che tuttavia creano una bellissima armonia. Stiamo parlando dello stile gotico e dello stile romanico.

La facciata potrebbe essere divisa in due piani:

  • piano inferiore. Vi sono delle colonne tortili con un arco a tutto sesto. Il tutto è abbellito da decorazioni raffiguranti dei vegetali e delle figure di vari santi.
  • piano superiore. Si trova nuovamente un arco a tutto sesto che a sua volta sorregge un timpano con archetto e otto colonne sottostanti.

Un occhio di riguardo poi va dato al portale, di grande bellezza grazie ad immagini di animali e profeti. Non solo, ma presenta anche una lunetta in cui potrai ammirare una raffigurazione della Madonna in trono col bambino ed i Re Magi.

 

Duomo di Verona: la sua struttura interna

Passiamo ora invece a farti conoscere la parte interna del Duomo di Verona.

Ti farà felice sapere che un recente restauro ha reso il suo interno ancora più bello e suggestivo. I vari dipinti ed affreschi infatti hanno preso una nuova vita e potrai ammirare così un luogo ricco di religione ed arte allo stesso tempo.

L’interno è diviso in tre navate ampie, ricche di spazio e luce.

Le navate sono divise da alte colonne di marmo rosso di Verona e presentano delle arcate gotiche di grande impatto visivo.

Vediamo meglio cosa potrai trovare nelle varie navate:

  • navata centrale. In ogni chiesa la navata centrale è sempre quella principale, in quanto porta fino all’altare. Ovviamente anche la Cattedrale di Verona presenta questa caratteristica. La navata centrale infatti termina nella cappella principale progettata dall’architetto Michele Sanmicheli.
  • navate laterali. A livello artistico sono quelle più ricche in assoluto. In particolare ti vogliamo far notare la presenza della Pala dell’Assunta, un capolavoro del famoso artista Tiziano che raffigura appunto l’assunzione della Vergine Maria. Ma in realtà ogni singola cappella laterale è un vero tripudio di arte da ammirare ad occhi spalancati. Al suo interno infatti hanno lavorato i migliori artisti veronesi rinascimentali.

Altra nota importante riguardo l’interno della Cattedrale di Verona è la presenza delle tombe di Papa Lucio III ed Antonio Cesari.

 

Duomo di Verona: come visitarla

Il Duomo di Verona è praticamente visitabile ogni singolo giorno dell’anno, fatta eccezione per gli orari in cui vi sono le funzioni religiose.

E’ bene quindi magari che tu controlla lo svolgimento delle funzione nel determinato periodo in cui ti appresterai a visitarla. Puoi farlo comodamente anche dal sito ufficiale della cattedrale.

Ovviamente durante la visita potrai in tutta tranquillità andare a visitare anche il Battistero di San Giovanni in Fonte adiacente e la piccola Chiesa di Sant’Elena, anch’essa adiacente e collegata alla Cattedrale di Verona.