Il Museo Correr di Venezia offre uno spaccato affascinante dell’arte, della storia e della cultura veneziana. Il museo nacque dalla collezione che Teodoro Correr lasciò in eredità alla città nel 1830. Appassionato collezionista d’arte e proveniente da una nobile famiglia veneziana, Correr dedicò gran parte della sua vita ad ammassare opere d’arte, documenti e oggetti che riflettevano la storia di Venezia.

La storia del museo

Il museo è allestito in varie sezioni, con il primo che occupa l’Ala Napoleonica, re del XIX secolo e un palazzo degli imperatori; qui le magnifiche sale neoclassiche ospitano una notevole collezione di opere del grande scultore Antonio Canova (1757-1822).

Le stanze successive sono le Procuratie Nuove, progettate dall’architetto Vincenzo Scamozzi (1552-1616). Le ampie sale contengono collezioni che documentano numerosi aspetti della storia veneziana, dalle conquiste navali alle feste locali, dalla vita quotidiana alle istituzioni pubbliche. La collezione d’arte inizia oltre queste stanze e continua al piano superiore dove i visitatori possono trovare una ricca collezione d’arte dai primi tempi della pittura veneziana al XVI secolo con opere di artisti come Antonello da Messina, Giovanni Bellini, Alvise Vivarini, Lorenzo Lotto e Vittore Carpaccio.

Ci sono alcuni elementi che devi assolutamente vedere, tra cui una serie di opere della prolifica famiglia Bellini.C’è la Crocifissione di Jacopo Bellini e il Ritratto di Doge Mocenigo di suo figlio Gentile. Il fratello di Gentile, Giovanni Bellini è rappresentato dalla Crocifissione e dalla Trasfigurazione e dall’importante Pietà. Quest’ultimo risale al 1445-1455 ma fu perso fino alla metà del 20 ° secolo. La riscoperta è particolarmente importante in quanto è stata dipinta all’inizio della grande carriera dell’artista, probabilmente durante la sua permanenza a Padova.

Altri pezzi da tenere d’occhio sono il Ritratto di Lorenzo Lotto, Pietà di Antonello da Messina e Due veneziane di Vittore Carpaccio. C’è lavoro anche di Luca Cranach e Hugo Van der Goes.

Cosa ospita il Museo Correr

Il Museo Correr ospita un piccolo museo dedicato al Risorgimento (la rinascita del nazionalismo italiano culminato nell’Unità d’Italia nel 1866. Cinque delle 15 sale raccontano la storia di Daniele Manin e la sua ribellione contro gli austriaci.

La parte finale del Museo Correr è la Libreria Sansoviniana. Come spesso a Venezia, vediamo un superbo matrimonio di una collezione storica con un magnifico edificio storico, di per sé storicamente importante. La Libreria occupa un lato della Piazzetta, lo spazio aperto tra San Marco e il lungomare del Molo.

Primo esempio di architettura veneziana del XVI secolo, la Libreria Sansoviniana fu iniziata dal Sansovino e terminata da Scamozzi. Monumentalmente classica, ha un portico e una loggia, colonne ioniche e un tetto a balaustra, e fu originariamente commissionato per ospitare la Biblioteca Marciana (la biblioteca di San Marco). Ora è uno spazio espositivo. L’enorme scalinata sale al vestibolo con il suo soffitto affrescato (la Sapienza di Tiziano). La sala principale ha dipinti di filosofi di Tintoretto, Veronese e Andrea Schiavone

Orario:

Tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00

Prezzo:

€ 20 – € 13 ridotto
gratuito per i bambini da 0 a 5 anni e per i residenti del comune di Venezia

Indirizzo:

Piazza San Marco

Come arrivare:

Linee del vaporetto 1, 2, 41 e 51

Dove si trova il Museo Correr

Maps Marker Pro LogoMaps Marker Pro è disabilittato perchè il periodo di prova è scaduto.

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Museo Correr 45.433699, 12.337148 (Indicazioni stradali)
Maps Marker Pro LogoVuoi condividere luoghi e tracciati sul tuo sito WordPress?
Maps Marker Pro ti aiuterà sicuramente!