La chiesa di San Giovanni degli Eremiti si trova a Palermo nel centro storico della città, nei pressi del palazzo dei Normanni, ed è un importante monumento nazionale caratterizzato all’esterno dalla presenza delle cupole di colore rosso. A partire dalla data del 3 luglio del 2015, inoltre, la chiesa San Giovanni degli Eremiti fa parte, nell’ambito dell’Itinerario Arabo-Normanno di Palermo, Cefalù e Monreale, del Patrimonio dell’umanità Unesco insieme, per quel che riguarda il capoluogo siciliano, al Palazzo Reale o dei Normanni, alla Cappella Palatina del Palazzo Reale, La Zisa, Cattedrale della Santa Vergine Maria Assunta, Chiesa della Martorana, Chiesa di San Cataldo, Ponte dell’Ammiraglio; a Cefalù sono invece Patrimonio dell’umanità Unesco, nell’ambito dell’itinerario sopra citato, la Cattedrale o Duomo del Santissimo Salvatore ed a Monreale la Cattedrale o Duomo di Santa Maria Nuova.

San Giovanni degli Eremiti, cenni storici

Le cupole della chiesa di San Giovanni degli Eremiti, che furono realizzate su un’invenzione ottocentesca da parte dell’architetto Giuseppe Patricolo, più che alla tradizione religiosa cristiana rimandano a quella che è, dal punto di vista spaziale ed architettonico, alle moschee islamiche. E’ forte infatti nella Chiesa San Giovanni degli Eremiti il richiamo all’Oriente per un luogo di culto che nel VI secolo, ed in particolare nell’anno 581, vede tra i promotori e tra i fondatori papa Gregorio Magno e la madre Santa Silvia.

La chiesa San Giovanni degli Eremiti Palermo nel corso dei secoli è stata pesantemente modificata, ristrutturata e spesso anche ricostruita come probabilmente sarà accaduto nell’842 in concomitanza con l’invasione saracena. Non a caso nel tempo la Chiesa di San Giovanni degli Eremiti a Palermo è stata prima un edificio pagano, poi un monastero gregoriano dedicato nel 581 a S. Ermete, e successivamente, nel X secolo, un edificio islamico. Solo intorno al 1880, da parte dell’architetto Giuseppe Patricolo, la chiesa di San Giovanni degli Eremiti a Palermo è stata poi ripristinata.

Gli interventi dell’architetto Giuseppe Patricolo sono stati importanti nel liberare la chiesa di Palermo dai volumi aggiunti e dalle graduali trasformazioni che ha subito nei secoli. Non a caso i lavori effettuati portarono non solo alla luce i resti delle strutture di età islamica, ma anche ulteriori testimonianze risalenti ad epoche successive. All’ingresso della Chiesa S Giovanni degli Eremiti è presente il giardino informale che, databile alla fine del XIX, è caratterizzato da una flora che in prevalenza è esotica per poi incontrare, nell’area che è più prossima alla Chiesa, piante di agrumi e di ulivi insieme ad allori e nespoli.

San Giovanni degli Eremiti Palermo orari, biglietti e come arrivare

La chiesa San Giovanni Eremiti, che si trova al numero 20 di Via dei Benedettini a Palermo, è aperta dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 19 con ultimo ingresso previsto alle ore 18,30, mentre la domenica e nei giorni festivi la chiesa S.Giovanni degli Eremiti Palermo è aperta per le visite dalle ore 9 alle e fino alle ore 13,30 con ultimo ingresso previsto alle ore 13.

Per quel che riguarda invece i biglietti di ingresso, quello intero per visitare Palermo San Giovanni degli Eremiti costa 6 euro, mentre il biglietto singolo ridotto costa 3 euro per il corpo docente e per chi ha un’età compresa tra i 18 ed i 25 anni. I residenti a Palermo per l’ingresso alla chiesa San Giovanni Eremiti pagano solo 1 euro, mentre l’ingresso è gratuito per gli over 65, per i minorenni e per le scolaresche previo accordo. Per arrivare alla chiesa San Giovanni Eremiti a Palermo basta prendere l’autobus urbano ed in particolare le linee numero 109 e 318.

SHARE