Il Teatro alla Scala di Milano è famoso in tutto il mondo e, grazie alle sue caratteristiche, si classifica tra i migliori teatri a livello mondiale.

Pensa che fu fondato nel lontano 1778 e da allora il suo prestigio è cresciuto sempre di più portando innumerevoli artisti tra le sue mura.

Il nome Teatro alla Scala però non deve trarre in inganno. Infatti, è si un teatro, ma è anche una vera e propria accademia, e non solo, in quanto ha anche un meraviglioso museo tutto da scoprire.

Ma andiamo con ordine e cominciamo a conoscere meglio il Teatro alla Scala.

Il Teatro alla Scala: un po’ di storia

Abbiamo già detto che il Teatro alla Scala è stato inaugurato nel 1778, per la precisione il giorno 3 agosto.

Questo teatro è stato costruito per volere dell’imperatrice Maria Teresa d’Austria e prende questo nome grazie al luogo sul quale è stato costruito, ovvero sulla piazza della Chiesa di Santa Maria alla Scala.

Chiamato anche con il semplice nome “La Scala“, è stato protagonista di molte vicende e momenti storici. Tra tutti ti possiamo ricordare il famoso bombardamento avvenuto nel 1943, che riportò anche innumerevoli danni alla struttura.

Dopo quel bombardamento fu necessario un grande lavoro di restaurazione portando di nuovo La Scala alla luce nel 1946.

Da quell’anno la sua fama crebbe sempre di più e nel 1951 si scelse il giorno 7 dicembre, ovvero il giorno del santo patrono di Milano, Sant’Ambrogio, come inizio della stagione artistica della scala. Ti sarà capitato spesso di sentire parlare della Prima della Scala, altro non è che il 7 dicembre di ogni anno.

Ma il restauro del 1943 non fu l’unico intervento subito dal luogo. Infatti dal 2002 al 2004 il Teatro fu protagonista di notevoli lavori per rendere il palcoscenico ancora migliore e più moderno.

Il Teatro alla Scala: la sua struttura

In precedenza ti abbiamo già fatto notare di come il Teatro alla Scala non sia solo un semplice teatro.

Di certo il luogo più famoso e rappresentativo è la sala in cui avvengono gli spettacoli.

Una sala in cui vi è il grande palcoscenico con il pubblico disposto in quattro ordini di palchi e gallerie, disposti a loro volta a ferro di cavallo. Una disposizione che permette un’acustica perfetta.

E’ arrivato però il momento di scoprire un po’ di più sulla sua struttura scoprendo ogni sua singola parte.

Il Teatro alla Scala: il suo museo

La Scala presenta anche un museo, chiamato il Museo Teatrale alla Scala. Un vero e proprio museo in cui potrai trovare testimonianze di moltissimi artisti che hanno trovato nel Teatro alla Scala la loro dimora artistica, ma anche una vera e propria famiglia.

Il Museo Teatrale è visitabile ogni giorno dalle 9 alle 17 e permette anche di vedere l’interno del Teatro dal palcoscenico, ovviamente se non vi sono prove o spettacoli in atto.

Dipinti ed affreschi che raffigurano il Teatro alla Scala anche prima del bombardamento.

Molto interessanti da scoprire anche le ceramiche e porcellane che rappresentano le antiche Commedia dell’Arte dei tempi antichi.

Vi è anche una sala destinata alle memorie storiche del Teatro della Scala e che grazie ai suoi 150.000 volumi costituisce una vera e proprio Biblioteca della Scala.

Potrai ammirare i bozzi di Beethoven, Verdi e altri grandi artisti.

Pezzi di manoscritti di grandi autori con dediche, autografi e note che hanno poi segnato il mondo della musica.

Il Teatro alla Scala: l’accademia

Aspiranti ballerini, cantanti e musicisti hanno tra i loro sogni nel cassetto quello di poter studiare alla Scala.

Una scuola di grandissimo prestigio e che dà un bagaglio davvero unico.

Entrare a far parte della scuola di ballo, dell’orchestra o addirittura diventare un cantante solista della Scala significa raggiungere un sogno e i livelli più alti del mondo dell’arte.

Di certo per entrarci serve grande sacrificio, talento, impegno ed una grande passione.

I migliori insegnanti e i migliori maestri. Un palcoscenico unico su cui si può puntare alle stelle.

Il Teatro alla Scala: qualche curiosità

Il Teatro alla Scala è da sempre molto conosciuto ma ci sono delle piccole curiosità che forse non tutti sanno.

Al suo interno ad esempio, nella sala centrale del Teatro in cui vengono fatti i vari spettacoli, vi è un magnifico lampadario composto da ben 365 lampadine.

Il suo aspetto è davvero incredibile ma se a primo occhio ti sembrerà cristallo dovrai ricrederti. Infatti gran parte delle cupolette sono composte da semplice plastica.

Il motivo è più che altro di sicurezza, in quanto vista la sua grandezza se fosse fatto interamente di cristallo avrebbe un peso troppo eccessivo. L’effetto finale è però meraviglioso lo stesso.

Altra curiosità è dato dal Punto Callas. Infatti la grande cantante Maria Callas era riuscita a trovare il punto ideale nel palcoscenico in cui poteva essere ascoltata perfettamente da tutto il pubblico. Quel punto prende appunto il nome di Punto Callas.

Infine più che una curiosità ti vogliamo lasciare con un vero e proprio dato di fatto.

Il Teatro alla Scala ha il palcoscenico più tecnologico ed all’avanguardia dei teatri lirici e con l’acustica tra le migliori al mondo.

Insomma non ci resta che augurarti buona visita.